Mazda2 Hybrid: Mazda lancia la sua prima full-hybrid

  • Primo sistema di propulsione totalmente ibrido: consumo di carburante WLTP di 3,8-4,0 l/100 km ed emissioni di CO2 di 87-93 g/km

La nuova Mazda2 Hybrid¹, in vendita da primavera 2022 in tutta Europa, introduce per la prima volta nella gamma Mazda la tecnologia di propulsione totalmente ibrida.

La Mazda2 Hybrid è una full hybrid che abbina un motore benzina tre cilindri da 1490 cc, 93 CV DIN/68 kW con un motore elettrico da 59 kW, per una potenza totale del sistema di 116 CV DIN/85 kW.

La Mazda2 Hybrid accelera da 0 a 100 km/h in 9,7 secondi e raggiunge una velocità massima di 175 km/h. Nel ciclo combinato WLTP offre un consumo di soli 4,0-3,8 l/100 km ed emissioni di CO2 di appena 93-87 g/km (in base all’adozione di cerchi da 16" o da 15").

All'avvio, il veicolo funziona automaticamente in modalità EV offrendo, in ambito urbano, un funzionamento fluido, progressivo e silenzioso con la spinta del motore elettrico, con zero emissioni di CO2, NOx e particolato.

Durante la marcia normale, la spinta viene ripartita tra il motore a benzina e il motore elettrico in modo da avere prestazioni ottimali e la migliore efficienza possibile nei consumi di carburante. In fase di decelerazione e in frenata, l'energia cinetica viene recuperata come energia elettrica e immagazzinata nella batteria ad alte prestazioni.

Il livello di carica della batteria viene costantemente gestito tramite un generatore azionato dal motore termico per eliminare qualsiasi necessità di ricaricare il sistema da una sorgente esterna.

Sebbene sia una vettura compatta del segmento B, la nuova Mazda2 Hybrid con il suo passo lungo 2.560 mm offre una comoda sistemazione fino a quattro adulti e uno spazio di 286 litri nel bagagliaio. In tutta Europa sarà disponibile con tre livelli di allestimento - Mazda2 Hybrid Pure, Mazda2 Hybrid Agile e Mazda2 Hybrid Select- e con una valutazione cinque stelle nelle prove EURO-NCAP di resistenza agli urti².

La nuova Mazda2 Hybrid è il più recente risultato della collaborazione di lunga data tra Mazda Motor Corporation e Toyota Motor Corporation.

La vettura è altamente significativa per Mazda nel contesto dell'impegno dell'azienda a raggiungere gli obiettivi stabiliti nella "Sustainable Zoom-Zoom 2030", la sua visione a lungo termine per lo sviluppo tecnologico. In particolare, in linea con gli Accordi di Parigi, punta a ridurre del 50% le emissioni medie di CO2 “well-to-wheel” (dall'estrazione del petrolio all’impiego su strada) entro il 2030 e, accelerando l'elettrificazione della sua flotta, raggiungere la neutralità al carbonio entro il 2050.